Dr. Ignazio Emmolo

Specialista in Endocrinochirurgia

“La bella cicatrice inizia prima dell’incisione cutanea”. E’ quanto sostiene il dottor Emmolo che, dopo aver posto la massima attenzione al rispetto delle strutture anatomiche per ridurre al minimo le complicanze operatorie, pone altrettanta attenzione all’aspetto estetico della cicatrice. A tale scopo, prima di iniziare l’intervento disegna l’incisione sulla cute verificando, sia in ortostasi sia in clinostasi, che essa coincida con una plica cutanea o, se ciò non fosse possibile, che abbia decorso parallelo a essa; pratica l’incisione cutanea perfettamente perpendicolare; prepara il platisma; evita il più possibile ogni traumatismo sui bordi della ferita. Per la chiusura della parete utilizza fili molto sottili; sutura accuratamente il platisma; sulla cute applica le graffette metalliche che rimuove dopo 36-48 ore sostituendole con gli steristrips.

 

Sono di seguito riportati i risultati delle cicatrici di alcuni pazienti operati dal dottor Emmolo.

1) Paziente di anni 68 operata di tiroidectomia totale per voluminoso gozzo multinodulare pretossico parzialmente affondato nel mediastino, con modesta stenosi tracheale.

   

 

   

 

 

2) Paziente di anni 61 operato di emitiroidectomia per nodo con citologico classe 3

   

 

 

3) Paziente di anni 70 operata di tiroidectomia totale per stenosi tracheale da grosso gozzo multinodulare tossico, parzialmente disceso nel mediastino. E' stata necessaria un'ampia incisione cutanea.

   

 

 

4) Paziente di anni 38 con reintervento per carcinoma papillare. La paziente, operata di emitiroidectomia per gozzo nodulare, è stata sottoposta a reintervento di emitiroidectomia controlaterale per il riscontro di neoplasia papillare all’esame istologico definitivo.

   

 

 

5) Paziente di anni 42 operata di tiroidectomia totale per gozzo multinodulare.

   


 

 

6) Paziente di anni 36 operata di tiroidectomia totale per gozzo multinodulare pretossico

   

 

 

7) Paziente di anni 49 con nodo tiroideo sinistro ed iperparatiroidismo primitivo. E' stata praticata U.N.E. sinistra (Unilateral Neck Exploration ovvero intervento praticato sul solo lato sinistro) con emitiroidectomia + paratiroidectomia superiore e controllo della inferiore.

   

 

 

8) Paziente di 48 anni operato di MIP(Minimally Invasive Parathyroidectomy)-open per iperparatiroidismo primitivo da adenoma inferiore sinistro.

   

 

 

9) Paziente di anni 73 operata di tiroidectomia totale per voluminoso gozzo multinodulare compressivo.

    

 


 

 

10) Paziente di anni 67 operata di loboistmectomia sinistra con linfoadenectomia ricorrenziale omolaterale per gozzo multinodulare sinistro con due nodi con citologico TIR 3. L'esame istologico definitivo ha diagnosticato la benignita' di entrambi i nodi. Appena sotto la cicatrice e' presente un piccolo fibroma cutaneo che la paziente ha voluto conservare.

    

 

 

11) Paziente di anni 73 operata di tiroidectomia totale per stenosi tracheale da grosso gozzo cervico-mediastinico multinodulare, tossico, "a sciarpa".

    

 

 

12) Paziente di anni 58 operata di paratiroidectomia mini-invasiva (MIP open) per iperparatiroidismo primitivo sintomatico da adenoma.

 

 

 

13) Paziente di anni 70 operata di paratiroidectomia mini-invasiva (MIP open) per iperparatiroidismo primitivo sintomatico da adenoma.